Ciminiere, inaugurato il Salone dello studente

Il rettore Francesco Basile: “L’Ateneo è impegnato nell’orientare i giovani nella scelta del percorso universitario e nell’inserimento nel mondo del lavoro”

13 Dicembre 2017
Alfio Russo

“L’Ateneo di Catania si pone al centro tra il mondo della scuola e quello del lavoro, e in questo contesto il nostro impegno è quello di svolgere una funzione di collegamento con le istituzioni scolastiche al fine di orientare nella giusta direzione gli studenti evitando così errori nella scelta del corso di laurea. Al tempo stesso l’università deve indirizzare i giovani laureati verso il mondo del lavoro e non a caso manteniamo proficui contatti con le numerose piccole e medie imprese presenti nel territorio tramite accordi e convenzioni”. Con queste parole il rettore Francesco Basile è intervenuto stamattina alla cerimonia di inaugurazione della quinta edizione di Campus Orienta “Il Salone dello studente”, l’appuntamento che da 28 anni rappresenta un punto di riferimento per l’orientamento degli studenti delle scuole superiori di secondo grado.

“Il Salone dello Studente è un appuntamento che ha richiamato anche quest’anno moltissimi studenti, con una stima di 37mila presenze in tre giorni, alla ricerca di informazioni sui corsi di laurea e che saranno consigliati dai nostri studenti e docenti presenti alle Ciminiere – ha aggiunto il rettore -. Sul fronte del welfare studentesco, stiamo lavorando molto al potenziamento della mobilità, grazie anche al collegamento al “Metro-Shuttle che collega la stazione “Milo” della Metropolitana con la Cittadella universitaria, alla creazione di nuovi alloggi residenziali e anche con l’attivazione della “card studenti” che, oltre al senso d’appartenenza all’istituzione universitaria, consentirà agevolazioni economiche per accedere ai servizi culturali ricreativi e di ristoro nella nostra città”.

A seguire è intervenuto il prof. Nunzio Crimi, presidente del Centro Orientamento-Formazione e Placement, che ha ribadito “il ruolo fondamentale dell’Università di Catania nel campo dell’orientamento e per questo ancora una volta l’ateneo ha scelto di ricoprire un ruolo di co-organizzatore del Salone dello Studente, un evento che per tanti anni è stato organizzato dall’ateneo stesso”.

“In questo campo l’Ateneo interviene in tre settori – ha aggiunto il prof. Crimi -, ovvero nell’orientamento tramite diversi progetti e al processo di Alternanza scuola-lavoro; nella formazione, con risultati lusinghieri visto che i nostri laureati trovano facilmente sbocchi lavorativi nel resto d’Italia e anche all’estero; infine, nel placement che ad oggi rappresenta la nostra difficoltà maggiore, a causa del contesto economico, ma che vede l’ateneo all’opera con attività mirate di orientamento e di intermediazione con il mondo del lavoro”.

Proprio il Salone dello studente rappresenta il luogo ideale per far scoprire alle future matricole - ben 37mila quelle previste nella tre giorni provenienti dagli istituti superiori della Sicilia orientale e parte della Calabria - il mondo universitario tra presentazioni delle offerte formative, simulazioni di test di accesso alle facoltà a numero chiuso, workshop sul mondo del lavoro, colloqui singoli e di gruppo con psicologi dell’orientamento.

Le future matricole avranno la possibilità di orientarsi tra i numerosi corsi di laurea dei dipartimenti dell’Ateneo di Catania illustrati da docenti e studenti oltre alle attività dei diversi centri di servizio e di ricerca.

Alla cerimonia di inaugurazione sono intervenuti anche Domenico Ioppolo, chief operating officer di Campus Orienta, Emilio Grasso, dirigente dell’Ufficio scolastico regionale per la Sicilia (Ambito territoriale di Catania), e il sindaco Enzo Bianco.

Proprio il sindaco di Catania ha ribadito le opportunità di sviluppo che la città vuole offrire ai giovani grazie anche "al Salone dello Studente perchè porta qualità alla nostra città e ai nostri giovani che devono compiere una scelta per il proprio futuro, un momento ragionato e consapevole". "Catania è una città universitaria e ha il più alto tasso di coinvolgimento di altre comunità - ha aggiunto il primo cittadino -. Come Comune ci stiamo muovendo per ribadire che la nostra è una città accogliente e vogliamo dimostrarlo con iniziative come questa. Ci rivedremo con il Salone dello Studente in primavera per offrire un appuntamento in cui i ragazzi e l'innovazione saranno protagonisti delle riflessioni sul futuro, attraverso le testimonianze dirette di chi il futuro lo fa, come astronauti, scienziati ed esperti del mondo scientifico e tecnologico".

Ad arricchire il programma e i servizi offerti agli studenti anche gli incontri con i ragazzi di Erasmus Student Network, il laboratorio su come scrivere un curriculum vitae e affrontare un colloquio di lavoro ed il workshop tenuto dal prof. Bennato dell'Università degli Studi di Catania "Le sei cose da sapere per vivere e lavorare nel mondi digitale".