Scienze politiche, il corso di laurea magistrale in Storia e Cultura dei Paesi mediterranei incontra gli attori del territorio

17 Giugno 2019

Domani mattina, martedì 18 giugno alle 11, nell’aula seminari del dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’Università di Catania si terrà un incontro di consultazione e confronto con le organizzazioni rappresentative della produzione di servizi culturali, delle professioni e delle parti sociali interessate alle attività del corso di laurea magistrale in Storia e Cultura dei Paesi mediterranei.

In questa occasione, la presidente del corso, prof.ssa Pinella Di Gregorio, presenterà il nuovo curriculum internazionalizzato del corso di laurea offerto con TEMA+, un Master Erasmus Mundus in “European Territories – Heritage and Development” gestito da un consorzio coordinato dall’Università Eötvös Loránd di Budapest e composto dall’Ateneo catanese, dall’École des Hautes Études en Sciences Sociales di Parigi (Francia), l’Università Karlova di Praga (Repubblica Ceca) e dall’Università di Laval (Canada).

Aprirà l’incontro il direttore del dipartimento Giuseppe Vecchio. Oltre ai partner istituzionali che già da diversi anni collaborano con il corso (Archivio di Stato di Catania, Archivio Storico Diocesano, Archivio Storico dell’Università di Catania, Biblioteche Riunite Ursino Recupero, Comune di Catania, Società Siciliana per la Storia Patria, Soprintendenza Beni Culturali di Catania), parteciperanno all’incontro la Fondazione d’arte contemporanea Brodbeck Catania, la Fondazione Radicepura – Vivai Faro - Giarre (Catania), il Fondo Ambiente Italiano - Giardino della Kolymbethra – Agrigento, l’Associazione culturale UNFOLD – Palazzo Biscari – Catania, Tree azienda per l’innovazione inclusiva, la didattica e la comunicazione – Catania, il Museo delle Tradizioni silvo-pastorali – Mistretta (Messina), la Fondazione Oelle – Catania.