Linguistica e Statistica, a Catania due appuntamenti internazionali

31 Agosto 2016

Terminate le ferie estive, l’Università di Catania torna subito ad ospitare grandi appuntamenti scientifici di respiro internazionale, in questo caso legati alla linguistica e alle discipline statistiche.

Lunedì 5 settembre alle 9, nell’auditorium “De Carlo” del Monastero dei Benedettini, si aprirà la VI edizione del Convegno Internazionale “Critical Approaches to Discourse Analysis across Disciplines – CADAAD”, promosso dai dipartimenti di Scienze umanistiche e di Scienze politiche sociali dell’Ateneo, con la partecipazione di circa 250 studiosi e studiose provenienti da tutto il mondo.

Tra i relatori di spicco di questa edizione, ci saranno Isabela e Norman Fairclough, quest’ultimo professore emerito della Lancaster University e uno dei padri fondatori dell’Analisi critica del Discorso, Gerlinde Mautner (Vienna University of Economics and Business, direttrice dell’Institute for English Business and Communication), i linguisti Jannis Androutsopoulos (University of Hamburg), Tommaso Milani (University of the Witwatersrand) e Alan Partington (Università di Bologna), e la sociologa Maria Carmela Agodi (Università di Napoli Federico II) membro dell’Executive Board dell’European Sociological Association.  

Martedì 6 settembre alle 8,30, nella sede del Camplus d’Aragona (via Ventimiglia 184) si aprirà invece la seconda edizione del workshop MBC2 Model-Based Clustering and Classification, promosso dal dipartimento di Economia e Impresa, con il patrocinio dell’Ateneo, della Società Italiana di Statistica e del Gruppo di coordinamento di “Classificazione e Analisi dei Dati della Società Italiana di Statistica”. Del comitato scientifico del workshop fa parte anche il prof. Salvatore Ingrassia, ordinario di Statistica del Dei.

La sessione introduttiva sarà inaugurata da una lecture del prof. Richard Samworth (University of Cambridge, Gran Bretagna) dal titolo “Random projection ensemble classification”. Il workshop – articolato in 5 relazioni principali, 21 sequenziali e una sessione poster - vedrà inoltre la partecipazione di circa 70 studiosi provenienti da 14 paesi europei ed extra europei.

Ufficio Comunicazione e Stampa
Università di Catania

Mariano Campo