Kafka, al Teatro Machiavelli giovedì sera lettura integrale della Metamorfosi

E al giardino di via Biblioteca Pascale mette in scena i suoi “Racconti d’amore spiegati bene”
15 Giugno 2016

Cent'anni fa veniva pubblicato "La metamorfosi", il racconto più celebre di Franz Kafka, uno dei testi-simbolo del XX secolo. In questa occasione, il Teatro Machiavelli di Palazzo San Giuliano (piazza Università 13) – nell’ambito del progetto “Kafka–Metamorfosi”, dedicato alla memoria di Piero Sammataro -, offrirà, tra le altre cose, al pubblico una lettura integrale dell'opera affidata a tre attori che hanno lungamente collaborato con il regista Lamberto Puggelli.

Tre gli appuntamenti previsti, inseriti nel contesto della rassegna “Porte aperte Unict 2016”. Giovedì 16 giugno alle 21, lettura del primo capitolo a cura di Massimo Foschi su musiche originali di Giovanni Saitta eseguite dal vivo da Graziella Concas al pianoforte; venerdì 17 alle 21 Umberto Ceriani leggerà il capitolo secondo, accompagnato da Carmelo Dell'Acqua al clarinetto, Gioacchino Pantò al violino, Graziella Concas e Renato Siracusano al piano che eseguiranno musiche di Giovanni Ferrauto; infine, sabato 18, sempre alle 21, la lettura del capitolo terzo è affidata a Guia Jelo (musiche di Luciano Maria Serra, esecuzione di Marco Mazzamuto al violino, Sergio Mazzamuto e Giulio Nicolosi al violoncello).

L'iniziativa – ideata e progettata da Riccardo Insolia e Grazia Pulvirenti - è organizzata dall'associazione Ingresso libero e dalla Fondazione Lamberto Puggelli con la Camerata Polifonica Siciliana, L'Offerta Musicale Ensemble e con l'Università di Catania.

Sempre giovedì 16, alle 20,30, nel giardino di via Biblioteca, antistante il Monastero dei Benedettini, Antonio Pascale metterà in scena lo spettacolo "Che si dice sull'amore? Racconti d'amore spiegati bene", tratto dal suo libro "Le aggravanti sentimentali" (Einaudi, 2016). L’incontro fa parte del ciclo di "Leggo: presente indicativo" organizzata dall'associazione Catania Lab, sarà introdotta da Giuseppe Lorenti, speaker di Radio Lab e direttore artistico della rassegna letteraria. La performance di Pascale è un “viaggio sulle accidentate e tormentate ma meravigliose strade dell'amore, sulle tracce di grandi scrittori come Mark Twain, Anton Čechov, Alice Munro, cercando di rispondere alla domanda che ciascuno si pone: ma l'amore rende la vita migliore o solo possibile”?

Ufficio Comunicazione e Stampa
Università di Catania

Mariano Campo