Agcom, audizione con l’Autorità garante per gli studenti del master in Customer Care e Tutela dei consumatori

23 Novembre 2021

Gli studenti del Master in Customer Care e Tutela dei Consumatori del dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’Università sono stati auditi nei giorni scorsi dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (Agcom). L’audizione si è svolta giovedì 18 novembre nell’ambito della consultazione pubblica inerente alla modifica del Regolamento sulle procedure di risoluzione delle controversie tra utenti e operatori di comunicazioni elettroniche ex Delibera n. 208/21/CONS.

Si è trattato di un importante momento di confronto, nel corso del quale gli studenti del Master dell’ateneo catanese hanno partecipato presentando una propria proposta relativa all’allargamento dei soggetti accreditati ad operare per la conciliazione e la definizione delle controversie attraverso la piattaforma Conciliaweb.

Dopo l’intervento iniziale del prof. Maurizio Avola, direttore del Master, l’Autorità ha ascoltato, in rappresentanza degli allievi, le argomentazioni del dott. Lorenzo Valastro e della dott.ssa Francesca Costabile, volte a sostenere l’istituzione di un sistema di accreditamento che possa valorizzare la formazione post laurea in ambito consumerista.

 «La consultazione pubblica – ha spiegato l’avv. Francesco Di Giorgi, docente del Master e funzionario dell’Agcom - è uno strumento prezioso che permette all’Agcom, in qualità di Autorità amministrativa indipendente, di ascoltare le voci di tutti gli stakeholders prima di adottare un proprio regolamento in modo da attribuirgli maggiore forza. La partecipazione degli studenti del Master alla consultazione per modificare il Conciliaweb dell’Autorità rappresenta il risultato più alto che l’Università possa raggiungere: formare i propri studenti e vederli protagonisti del mercato di riferimento».

«Indipendentemente dalle decisioni dell’Autorità in merito alla proposta presentata – ha osservato il prof. Maurizio Avola - per gli studenti coinvolti si è trattato di un momento importante del proprio percorso di specializzazione post-laurea, mentre per il Master del nostro Ateneo, attivo da tredici edizioni e cofinanziato dal Consiglio nazionale dei Consumatori e degli Utenti, è stata un’occasione per ribadire non solo la qualità della propria offerta formativa, ma soprattutto il contributo attivo nella promozione della cultura consumerista nel contesto regionale e nazionale».