Una giornata per il futuro dell’Europa e degli europei

L’impegno dell’Unione nell’emergenza COVID-19 nello spirito della “dichiarazione Schuman”

8 Maggio 2020
*Francesco Caudullo

9 maggio 2020, “Giornata dell’Europa” e, soprattutto, settantesimo anniversario della dichiarazione Schuman, una ricorrenza significativa per il Centro di Documentazione Europa del nostro Ateneo che avremmo voluto commemorare in maniera ben diversa e che, in ragione della gravità acquisita dall’emergenza pandemica del COVID-19, riteniamo assuma oggi una straordinaria valenza simbolica.

Di fatto settanta anni fa con tale dichiarazione si posero in essere le basi di quel processo d’integrazione europeo, le cui tappe sono note e del quale l’Unione europea non è che l’esito più recente, e si aprì una fase importante di sviluppo economico e sociale, nonché di pacificazione, per i Paesi che intrapresero insieme l’avventura comunitaria.

Ma al di là del significato storico di questo evento, prestando attenzione al nostro presente minacciato dal coronavirus SARS CoV-2, ci piace considerare questa giornata dell’Europa nei termini tanto fiduciosi dell’auspicio che a partire da oggi si possa tornare a pensare ad una nuova fase di prosperità e di benessere, così come accadde settanta anni fa, quanto di un rinnovo dell’impegno europeo per costruire un’Europa migliore, più equa e solidale, affrontando con uno spirito diverso le criticità (non solo quella del COVID-19 ma anche quelle ambientali ed economico-finanziarie) che negli ultimi decenni gravano sulla vita di una cittadinanza europea di fatto sfiduciata.

L’impegno europeo nell’emergenza COVID-19

Ben lungi dallo scadere in un’apologia dell’Europa che non ha mai contraddistinto il CDE, e nel rispetto della nostra mission che si concretizza nel nostro ruolo di mediazione e d’incontro tra i cittadini e l’Ue, riteniamo che tale auspicio sia più che mai fondato, e proprio la vicenda relativa alla lotta al COVID-19 di questi ultimi mesi lo dimostra assai bene. Senza negare le tensioni e le fratture verificatesi negli scorsi mesi proprio riguardo l’aspetto solidale all’emergenza, e filtrando le numerose fake news e le strumentalizzazioni populiste e sovraniste che hanno reso ancora più pesante il clima, bisogna riconosce alla Commissione europea, ed il particolare al suo Presidente Ursula von der Leyen, il merito di avere fin dal principio cercato di ricondurre ogni conflittualità ad un dialogo solidale, e di essersi attivata a sostegno delle realtà colpite gravemente dalla pandemia. Tale impegno di fatto non si è limitato affatto al conforto o al sostegno morale ma, e il caso italiano nei suoi sviluppi lo sta ben dimostrando, si è espresso in maniera concreta attraverso l’adozione di ben precise iniziative e nell’assunzione di un coordinamento ai sensi di un’efficace azione comune relativamente alla sanità pubblica, ai trasporti, ai controlli frontalieri, nonché ai mercati interni e al commercio.

Le azioni e le iniziative solidali della Commissione europea

Un Team di risposta al coronavirus, guidato in prima persona dal Presidente von der Leyen e composta da sette commissari, è stato istituito già all’inizio dell’emergenza pandemica, e fondi e risorse economiche da destinare agli stati maggiormente colpiti sono state individuate e messe a disposizione (8 miliardi di Euro per le piccole e medie imprese sono stati sbloccati dalla Commissione, che ha contribuito nella misura di 1 miliardo, e dal BEI). Due pacchetti di misure, il CRII (Coronavirus Response Investment Initiative) che è entrato in vigore il 10 aprile e il Coronavirus Response Investment Iniziative+ che è attualmente in discussione al Consiglio, sono stati lanciati dalla Commissione per sostenere, nell’ambito della politica di coesione, i settori più colpiti dall’emergenza, quali l’assistenza sanitaria, le PMI e l’occupazione. A tal fine sono state mobilitate le riserve di liquidità dai fondi Ue per anticipare 37 miliardi di Euro non ancora assegnati per la politica di coesione (programmi 2014-2020) che potranno essere utilizzati per dare impulso agli investimenti economici, mentre attraverso il Fondo di solidarietà dell’Ue gli stati membri più colpiti dal COVID-19 potranno usufruire di un assistenza supplementare fino a 800 milioni di Euro che permetterà di ridurre l’onere finanziario delle misure di contrasto alla pandemia.

La solidarietà globale dell’Europa

L’impegno della Commissione, che ha fin dal principio considerato l’emergenza COVID-19 come crisi globale, sta inoltre oltrepassando i confini dell’Unione, come dimostra la Conferenza globale per l’impegno comune organizzata dalla Commissione lo scorso 4 maggio che ha coinvolto in una “maratona internazionale” i membri del G20, il Global Monitoring Preparedness Board, la fondazione Bill e Melinda Gates, il Welcome Trust, l’Organizzazione mondiale della sanità e molti altri, ed ha raccolto al momento circa 7,5 miliardi di Euro per lo sviluppo di un vaccino efficace e per la sua distribuzione mondiale.

Una giornata europea per l’Europa che vogliamo

70 anni di solidarietà è titolo della festa dell’Europa di quest’anno e, alla luce di quanto sommariamente esposto, appare più che mai appropriato. E così celebriamo questa giornata con fiducia, consapevoli che come quel dopoguerra di settanta anni fa fu possibile risorgere, oggi possiamo davvero ripensare il nostro comune percorso, forti di una solidarietà rinnovata e concreta, di un nuovo spirito europeo che sta prendendo forma nell’emergenza del presente ma che con il nostro impegno e con la nostra volontà potrebbe davvero plasmare quell’Europa che vogliamo.   

*Francesco Caudullo, Responsabile documentalista del Centro di Documentazione Europea (CDE) dell’Università degli Studi di Catania

 


Sull'argomento "Emergenza Covid-19" leggi anche:
Il contributo dell'Università di Catania
10/07/2020 L’Università di Catania incontra il mondo imprenditoriale
09/07/2020 Le prime lauree in presenza dopo l’emergenza sanitaria
29/06/2020 “Pillole di Museo”, tour virtuali alla scoperta del patrimonio museale dell’Università di Catania
27/06/2020 Mascherine testate dall’Anti-Covid Lab hanno ottenuto la certificazione dell'ISS
22/06/2020 La specializzazione dei saperi nell'era del post Covid-19
29/05/2020 Orientamento, da luglio il corso di preparazione ai test di ammissione ai corsi di area medica
28/05/2020 Emergenza Covid, mascherine per il personale dell’Università di Catania
27/05/2020 Tremila litri di igienizzante dall’Università di Catania a Bergamo e Somaglia
27/05/2020 Di3A, continuano le visite tecniche virtuali
26/05/2020 Lo ‘speaker’ degli Open Days
21/05/2020 Open Days, concluso l’evento di orientamento per chi vuole iscriversi all’Università di Catania
21/05/2020 “A Catania turismo è…”: Baudo, Parmitano e altri catanesi testimonial di uno spot per la città
19/05/2020 Open Days, oggi la seconda giornata dedicata ai dipartimenti dell’area delle Scienze della Vita
18/05/2020 Economia, nuove ‘videopillole’ sugli effetti di Covid-19
18/05/2020 Open Days Unict 2020, inaugurato l’evento on line dedicato a chi vuole iscriversi all’Università
18/05/2020 Covid-19, Policlinico e Unict in prima linea nello studio nazionale sul plasma
18/05/2020 #LaMiaVita Dopo Il Covid
14/05/2020 Open Days “online”, l’Università di Catania si presenta alle future matricole
13/05/2020 CInAP, uno “sportello virtuale” per le future matricole con disabilità e Dsa
11/05/2020 Microsoft Live Edu, la didattica a distanza e la risposta dell’Ateneo alla crisi ‘Covid-19’
09/05/2020 Video ‘pillole’ di Economia sui problemi derivanti dall’emergenza Covid-19
06/05/2020 Trasferimento da altri atenei, ecco il bando Unict
05/05/2020 “Fase 2” in Ateneo, emanate le indicazioni per la didattica e il rientro negli uffici
05/05/2020 La Formazione non si ferma: “Distanti, ma vicini”
02/05/2020 “Unict aiuta chi ti aiuta”, 2000 mascherine FFP3 per gli ospedali catanesi
30/04/2020 Proroga tasse e accesso ai corsi di laurea, due novità in arrivo
29/04/2020 Sostenibilità nella gestione d’impresa al tempo di Covid-19
28/04/2020 Tre docenti etnei nella Commissione di esperti del Programma nazionale per la Ricerca 2021-2027
09/04/2020 “Unict aiuta chi ti aiuta”, già raccolti 60 mila euro per gli ospedali catanesi
08/04/2020 Nascere ai tempi del Coronavirus
06/04/2020 CInAP, attivi tutti i servizi a supporto degli studenti diversabili e con Dsa
01/04/2020 Accordo Ersu-Unict, la residenza Toscano-Scuderi alloggio temporaneo per medici e specializzandi
31/03/2020 Al “San Marco” aprono i reparti di Clinica medica e Pneumologia
27/03/2020 “UNICT aiuta chi ti aiuta”, l’ateneo a sostegno degli ospedali catanesi
24/03/2020 L’Università di Catania produrrà soluzione disinfettante per la Protezione civile regionale
20/03/2020 Antonella Agodi nel Gruppo di lavoro "Prevenzione e Controllo delle Infezioni" dell'Iss
06/03/2020 Da lunedì al via la didattica on line
Interventi
01/07/2020 Cosa abbiamo imparato dal COVID-19?
04/06/2020 Il Brasile, la modernità e la pandemia
03/06/2020 Il “virus” che abbiamo sempre avuto
01/06/2020 Cosa abbiamo imparato da un semestre di didattica a distanza?
06/05/2020 Progettare la mobilità studentesca al tempo del Covid-19: verso una Smart Student Mobility
04/05/2020 Covid-19 e mobilità: cause, effetti e soluzioni
30/04/2020 Musei e parchi archeologici tra fruizione e Coronavirus
29/04/2020 La dimensione territoriale del CoViD-19 tra crisi e opportunità
28/04/2020 Innovazione e Covid-19
25/04/2020 Perché la Dad non è didattica
25/04/2020 Epidemie, contagi e paesaggi narrativi
24/04/2020 Viva lo smart working
22/04/2020 Comunicazione istituzionale e gestione delle crisi
21/04/2020 Il Data Tracking ai tempi del CoVID-19
21/04/2020 Economia circolare sostenibile. Un modello per guidare la ripartenza
20/04/2020 La pandemia e gli animali che riconquistano le città
18/04/2020 Teledidattica, inatteso cambiamento metodologico della didattica a scuola e all'Università?
17/04/2020 Lo smart working ai tempi del Covid-19 e oltre
16/04/2020 #auguridopopasqua
14/04/2020 Cosa cambierà nella didattica universitaria
11/04/2020 Turismo, gli effetti del lock-down
11/04/2020 Bambini e genitori in isolamento: quali problemi psicologici?
08/04/2020 Coronavirus tra politica e Diritto internazionale
07/04/2020 Sport e studenti tra lezioni, esami e attività fisica
Ricerca
29/05/2020 Gli italiani e l’informazione durante il lockdown
19/05/2020 L'impatto della pandemia nell'età pediatrica
17/05/2020 Medicina del lavoro tra SARS-CoV-2 e operatori sanitari
14/05/2020 Covid-19: nuovo approccio farmacologico evidenziato da ricerca internazionale
09/05/2020 “Distantia”, l’app di Unict per il distanziamento
08/05/2020 Un modello computazionale riproduce “in silico” il decorso del Covid-19
08/05/2020 Covid-19 e Intelligenza artificiale: nuove soluzioni per misurare il corretto “Social Distancing”
06/05/2020 Nuovi Dispositivi di protezione individuale "facciale" al personale medico-sanitario
29/04/2020 Covid-19, effetti diversi su uomini e donne: ricerca Unict prova a spiegare il perché
18/04/2020 Un modello epidemico per stimare positivi non identificati
16/04/2020 Anti-Covid Lab, via libera dell'ISS ai test su mascherine chirurgiche a uso medico
10/04/2020 Uno studio sulle possibili cause della diversa diffusione in Italia
09/04/2020 A fine aprile solo pochi contagi
05/04/2020 Policlinico, al via lo screening ematico per scoprire gli anticorpi del virus
31/03/2020 A Catania nasce “Anti_Covid-Lab” per testare tessuti per mascherine e Dpi
22/03/2020 I sensori del progetto “Mediwarn” a supporto della gestione dell’emergenza
13/03/2020 L’Università di Catania avvia la distribuzione di una soluzione igienizzante