Suoni dalla città: un progetto per far conoscere Catania attraverso i propri suoni

Una mappa multimediale racchiude oltre 500 suoni e più di 60 interviste ad esperti, attraverso i quali si possono “scoprire” alcuni luoghi e peculiarità di Catania

26 Giugno 2018

Suoni dalla città è un progetto applicabile ad ogni contesto e realtà, strumento per far conoscere una città attraverso i suoni dei propri luoghi, soprattutto a chi presenti deficit visivi. Suoni dalla città è difatti una mappa multimediale, accessibile dal web, nella quale sono geolocalizzati i suoni provenienti da diversi siti di una città.

La mappa è concepita come uno strumento accessibile anche a chi abbia difficoltà visive, ciechi ed ipovedenti, grazie alle descrizioni audio dei suoni e ad alcune playlist che permettono di ascoltare in sequenza tutti gli audio senza doverli ricercare sulla mappa. La conoscenza di alcuni luoghi significativi è approfondita da interviste ad esperti che descrivono l’audio e le caratteristiche dei luoghi in cui sono state effettuate le registrazioni. Gli audio divengono per chi abbia una disabilità visiva strumento di conoscenza, attraverso cui “visitare” virtualmente un luogo, ma anche strumento attraverso il quale potersi orientare meglio nella città.

L’ascolto attraverso la mappa di suoni onnipresenti in un luogo, quali il rumore dell’acqua di una fontana artistica o del ciottolame calpestato passeggiando, aiutano, chi abbia una disabilità visiva, a riconoscere un luogo da questi suoni una volta che vi ci si rechi. La mappa vuole essere anche una sorta di versione audio del servizio Street View di Google dove al posto delle immagini è possibile imbattersi nei suoni di un luogo. Le registrazioni di suoni in uno stesso luogo, in periodi diversi, permette di capire quali variazioni, nel tempo, siano avvenute sul sito ed aiuta a preservare anche una memoria storica dei suoni.

Il progetto è stato ideato e realizzato dall'arch. Gaetano Manuele in risposta ad una call for paper dell’Istituto Nazionale di Urbanistica (Inu). Esso è stato applicato nella città di Catania e rientra nell’ambito delle iniziative del progetto “inSUPERabile Catania” per l’abbattimento delle barriere architettoniche “dal basso” nel capoluogo etneo.

Nella mappa multimediale di Catania sono presenti punti cliccabili dai quali è possibile ascoltare le registrazioni e, in alcuni casi, vedere foto ed avere info sui relativi siti.

Per i suoni ed i siti più significativi è possibile anche ascoltare interviste ad esperti o responsabili della struttura in cui è stata effettuata la registrazione ambientale, che forniscono informazioni generali su audio e luogo.

La mappa vuole essere uno strumento per far conoscere la città di Catania attraverso i propri suoni a chiunque, ma soprattutto a chi abbia difficoltà visive (ciechi ed ipovedenti).

Alcune playlist con tutti gli audio presenti, permettono di riprodurli in sequenza, facilitandone l’ascolto a chi abbia deficit visivi. All’inizio di ogni registrazione è presente inoltre una voce narrante che descrive dove è stata effettuata e a che cosa si riferisca, per facilitare chi non possa utilizzare la vis

Tale fine viene perseguito anche nelle interviste agli esperti. Essi difatti, pur essendo oggetto di una videoripresa, evitano nelle loro descrizioni di utilizzare le mani o fare riferimento ad elementi presenti nell’inquadratura, e concludono sempre presentandosi col proprio nome, cognome e ruolo.

I suoni presenti nella mappa sono stati raggruppati in alcune categorie:

  • Luoghi della città: racchiude i suoni provenienti dai principali siti della città. Si ritrovano le principali istituzioni, il mondo accademico, le eccellenze museali, alcuni siti d’interesse storico ed archeologico, i principali luoghi di aggregazione della città.
  • Suoni d’arte: presenta i suoni provenienti da alcune attività artistiche, di varia natura, realizzate nella città di Catania. Si rende omaggio nella sezione ad esempio a poeti, scrittori, artisti e ad alcune produzioni cinematografiche realizzate a Catania.
  • Festa di Sant’Agata: omaggio alla festa di Sant’Agata, patrona di Catania, la cui festa religiosa è una delle più seguite e partecipate al mondo. I suoni raccolti raccontano alcuni momenti della festa e le interviste ad alcuni esperti chiariscono alcuni aspetti e tradizioni dei festeggiamenti.
  • Frammenti di quotidianità: racchiude i suoni catturati casualmente passeggiando per la città. Le registrazioni descrivono momenti di vita della quotidianità cittadina.
  • Trasporto pubblico: sezione che riporta i suoni provenienti da diversi luoghi e mezzi legati al trasporto pubblico cittadino.
  • Suoni dall’associativismo: raccoglie suoni di alcune iniziative realizzate a Catania da associazioni locali senza finalità di lucro. La sezione vuol essere un omaggio a chi operi nel territorio catanese per migliorare la qualità di vita della città.
  • Traffico urbano: riporta i rumori del traffico veicolare in diverse strade. Le registrazioni sono compiute senza un criterio scientifico e non ad orari prestabiliti, ma danno un’idea generale della situazione del traffico veicolare nella città.

I suoni appartenenti alle categorie riportate sono evidenziati nella mappa attraverso un medesimo colore e fanno parte di una stessa playlist. I punti che nella mappa hanno una tonalità più scura di colore rispetto alla propria categoria, invece evidenziano la presenza di un’intervista ad un esperto. Nella mappa, (al 20 Maggio 2018), sono presenti 472 registrazioni e 61 videointerviste ad esperti.

Alla mappa hanno contribuito importanti enti, associazioni ed istituzioni, fornendo audio o realizzando videointerviste sui luoghi: Istituto Nazionale di Fisica Nucleare - Laboratori Nazionali del Sud; Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia; Università di Catania; Orto Botanico di Catania; Museo della Fabbrica del monastero dei Benedettini; Museo di Scienze della Terra; Arcidiocesi di Catania; Museo Diocesano di Catania; Polo Regionale di Catania per i siti culturali - Parchi archeologici di Catania e della Valle dell'Aci; Museo Verga; Città Metropolitana di Catania; Museo dello sbarco in Sicilia 1943; Museo del Cinema; Comune di Catania; Museo civico Belliniano; Museo civico Castello Ursino; Palazzo della Cultura; Teatro Massimo Bellini; Istituto musicale Vincenzo Bellini; Museo Arte Contemporanea Sicilia; Stamperia regionale braille; Polo tattile multimediale; Vigili del Fuoco di Catania; Fondazione Fiumara d’Arte; Marionettistica fratelli Napoli; Istituto Incremento Ippico; Associazione Guide Turistiche Catania; Associazone Legambiente Catania; Antenna Sicilia.

Alla mappa oltre ai responsabili delle più importanti strutture museali cittadine, di alcune istituzioni locali, hanno collaborato anche alcuni importanti artisti di fama nazionale nella sezione dei “Suoni d’arte”, quali Ficarra e Picone, Roberto Faenza regista de I Vicerè, Paolo Buonvino compositore, Antonio Presti di Fiumara d’arte, Fiorenzo Napoli della marionettistica F.lli Napoli.