Sei nuovi dottori di ricerca “internazionali” in Informatica

Con l’esame finale di stamattina hanno concluso un percorso formativo che li ha visti impegnati anche all’estero e collaborare con le realtà industriali del territorio

2 Febbraio 2021
Alfio Russo

Hanno conseguito stamattina il più alto titolo di studio di istruzione universitaria, festeggiando nelle proprie abitazioni, a conclusione di un percorso formativo triennale che li ha visti impegnati anche all’estero e collaborare con le realtà industriali del territorio.

Un esame “a distanza” che ha permesso oggi a Fabio D'Urso, Claudia Cavallaro, Santi Orlando, Federico Santoro, Luigi Viagrande e Cristina Nastasi di concludere il Dottorato Internazionale in Informatica, relativo al XXXIII ciclo degli studenti, e vedersi aprire le porte della ricerca e dell’insegnamento universitario.

Informatica I sei dottori di ricerca

Nella foto in alto da sinistra Claudia Cavallaro, Luigi Claudio Viagrande e Cristina Nastasi, in basso da sinistra Fabio D’Urso, Federico Fausto Santoro e Santi Andrea Orlando

Diversi e complessi i temi di ricerca che hanno affrontato nel loro percorso dottorale.

«Il dottorato in Informatica si avvale in maniera strutturale della collaborazione con realtà industriali del territorio – spiega il coordinatore del corso, il prof. Sebastiano Battiato del Dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università di Catania -. In questo caso hanno discusso alcuni lavori di tesi realizzati con il supporto finanziario di STMicroelectronics, Enel GreenPower e di Xenia Software solutions.

«Le attività del dottorato, che nel settore rappresenta senz’altro, per numero di studenti, una delle più significative realtà nel panorama nazionale e non solo, hanno permesso di offrire ogni anno un numero ragguardevole di posizioni, ben 14 nel XXXVI ciclo appena iniziato, a testimonianza della estrema competitività e autorevolezza del collegio docenti tutto – aggiunge il prof. Battiato, ordinario di Informatica e delegato del rettore ai Sistemi informativi di Ateneo -. Diverse, infatti, risultano le fellowship a vario titolo ottenute medianti progetti di ricerca dedicati come Marie Curie Fellowship, PON dottorati Innovati/Piano Stralcio, Borse FSE e borse industriali».

«Il dottorato, che ricordiamo si avvale di una collaborazione pluriennale con l'University of HertfordShire nel Regno Unito, offre percorsi formativi in diversi settori dell'informatica teorica e applicata come Smart Cities and Communities (ad esempio Mobility in the urban environment), Multimedia Forensics, Criptography and computer science security, Video Analytics (Retail, Security), Big Data, Robotics, Computer Vision, Algorithm nad Computational Logic» conclude il coordinatore del corso.