Ferruccio Resta nuovo presidente della Crui

Il rettore del Politecnico di Milano eletto dall'Assemblea che ha anche nominato i rettori di Messina e Brescia, Salvatore Cuzzocrea e Maurizio Tira, nuovi membri della Giunta

21 Febbraio 2020

Diritto allo studio, edilizia universitaria, ricerca e proposte da avanzare sulla Legge di Stabilità per aiutare il decisore politico a scegliere responsabilmente sul futuro dei più giovani. Questi i punti cardine dei primi cento giorni del programma di Ferruccio Resta, che, nei giorni scorsi, è stato eletto nuovo Presidente della Crui.

Cinquantuno anni e rettore del Politecnico di Milano, il prof. Resta, ordinario di Meccanica applicata alle macchine, nel discorso di insediamento ha delineato l’idea di una Crui coesa, propositiva e coraggiosa, solida nelle relazioni con i suoi interlocutori, promotrice di una progettualità indispensabile per lo sviluppo del sistema universitario e, attraverso di esso, per la crescita del Paese. Il neo presidente ha elencato una serie di priorità che vanno da un aumento e da una diversificazione dell’investimento in formazione e ricerca (per garantire la sopravvivenza e la competitività delle università presenti sul territorio italiano) alla crescita nel posizionamento internazionale (utile a contrastare la fuga dei più giovani); dalla semplificazione del carico normativo all’attrattività e alla qualità del reclutamento in ingresso (ricercatori e dottorandi, vere leve competitive rispetto a Paesi nostri concorrenti).

L’Assemblea ha anche eletto i rettori Salvatore Cuzzocrea (Università di Messina) e Maurizio Tira (Università di Brescia) nuovi membri della Giunta.