Energy Day 2021, il Sud una leva di sviluppo

Fotovoltaico e sostenibilità al centro del convegno dedicato alla Settimana Europea dell’Energia in programma dal 16 al 18 settembre

12 Settembre 2021
Alfio Russo

Sviluppo della green economy, transizione energetica, rinnovabili e ruolo degli impianti fotovoltaici su scala industriale. Sono questi i temi dell’Energy Day 2021 che si terrà dal 16 al 18 settembre in Sicilia al “Green Technology Park” (Contrada Rasalgone) a Piazza Armerina.

Tre giorni intensi di confronto, dialogo e dibattiti promossi da Ambiens Srl in collaborazione con il Dipartimento di Economia ed Impresa, il Dipartimento di Ingegneria Civile dell’Università di Catania e l’Enea, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile.

L’evento, in cui interverranno il sottosegretario al Ministero della Transizione ecologica, Ilaria Fontana e il vicepresidente della Commissione Attività Produttive, Commercio e Turismo della Camera, Andrea Giarrizzo, si inserisce nell’ambito del programma promosso dalla “European Sustainable Energy Week” (EUSEW) e rappresenta un’opportunità per fare rete e mettere in contatto imprese locali, investitori e Pubblica amministrazione.

Cambiamenti climatici, impatti degli impianti fotovoltaici, casi studio e stato delle autorizzazioni in Italia saranno analizzati da docenti universitari e associazioni ambientaliste con un importante focus sulle opportunità lanciate dal PNRR.

«L’Energy Day rappresenta per Ambiens un momento di interazione con il territorio in cui opera – sottolinea l’ingegnere Guido Sciuto, promotore dell’evento e CEO di Ambiens - grazie alla presenza di accademici ed esperti del settore, offriamo la possibilità del reciproco confronto tra i diversi attori che devono contribuire allo sviluppo delle fonti rinnovabili. Quest’anno in modo particolare l’evento sarà ancora più interessante grazie alla partecipazione di rappresentanti delle istituzioni e delle imprese con i quali potremo approfondire il tema della sfida della tutela dell’ambiente coniugata allo sviluppo sostenibile. Su questo fronte – conclude Sciuto -  Ambiens è già operativa da diversi anni grazie al nostro Energy & Environmental LAB, un hub in cui diverse realtà si confrontano per lavorare a nuovi modelli non perdendo mai di vista l’obiettivo principale della salvaguardia del territorio».

Grande spazio sarà dedicato anche alla cultura con visite guidate per ammirare le bellezze del patrimonio artistico di Piazza Armerina. In particolare, per il 17 settembre è prevista la visita guidata alla Villa Romana del Casale, patrimonio dell’UNESCO e inserita nella World Heritage List dal 1997, dove sarà possibile ammirare in prima mondiale l'opera "Luci di Nara II", una scultura che rientra nel filone orientale del percorso artistico del maestro Igor Mitoraj.

Alla cerimonia di apertura dell'evento interverranno, tra gli altri, il rettore Francesco Priolo dell'Università di Catania e il docente dell'ateneo catanese Antonio Terrasi, delegato al Trasferimento tecnologico e rapporti con le imprese – Ambito tecnico-scientifico.

Il 17 settembre interverranno i docenti Agata Matarazzo, Roberto Cellini, Enrico Foti e Antonino Cancelliere insieme con i ricercatori Tagele Mossie Aschale e Salvatore Cambria.

Nella giornata di chiusura sono previsti gli interventi dei docenti Agata Matarazzo e Maurizio Caserta e degli stagisti Michela Massari e Gianmarco Licciardello.

Per partecipare all’evento, aperto anche agli studenti universitari, è necessario registrarsi al sito www.ambiens.it/energy-day-2021/ ed essere muniti di Green Pass.

Il programma