Enel inaugura l’‘Innovation Hub & Lab’ di Catania

Il prof. Antonio Terrasi: “L’Ateneo intende essere sempre più aperto al territorio e alle imprese"

16 Luglio 2018

Ricerca e sviluppo di soluzioni innovative in campo energetico, con un focus particolare sulle energie rinnovabili. Con questo scopo nasce il nuovo Enel ‘Innovation Hub & Lab’ di Passo Martino, in provincia di Catania, una struttura da 100mila metri quadrati con laboratori di ultima generazione pronto ad ospitare start up, piccole e medie imprese e altre aziende nazionali ed estere, oltre a centri di ricerca di valenza internazionale. La struttura, di assoluta avanguardia dal punto di vista tecnologico, è stata inaugurata oggi, alla presenza del sindaco di Catania Salvo Pogliese, da Antonio Cammisecra, amministratore delegato di Enel Green Power (EGP), la Divisione Globale Energie Rinnovabili di Enel, ed Ernesto Ciorra, direttore Innovability di Enel.

L’‘Innovation Hub & Lab’ di Catania lavorerà oltre che sullo sviluppo e sperimentazione avanzata di tecnologie di produzione di energia dal sole, sulla ricerca di soluzioni disruptive in campo energetico con particolare focus sull’utilizzo di nuove tecnologie, come IoT (internet of things), big data, automazione ed intelligenza artificiale, realtà aumentata. In linea con la filosofia Open Power del Gruppo Enel, lo farà aprendosi a collaborazioni continue con start up e PMI con l’obiettivo di creare partnership industriali. Le realtà più promettenti, selezionate a livello locale, nazionale e internazionale, avranno la possibilità di testare le loro soluzioni a Passo Martino, con il supporto di personale Enel altamente specializzato e avvalendosi dei laboratori accreditati del Centro, sperimentando tecnologie innovative soprattutto nell’ambito delle fonti rinnovabili, come solare termico e fotovoltaico, microgrid, storage e wind, con test indoor e outdoor.

La ricerca di start up e PMI avverrà tramite apposite ‘call’ pubblicate nella piattaforma di crowdsourcing di Enel (https://openinnovability.enel.com) o mediante scouting diretto tramite il network di relazioni sviluppato in Italia e all’estero. Inoltre, il sito di Catania è sinergicamente integrato con la rete degli Innovation Hub creati da Enel nelle aree a più alto tasso di innovazione del mondo (ad oggi: Madrid, Mosca, Rio de Janeiro, Santiago del Cile, Tel Aviv, San Francisco) ed offre accesso a un patrimonio unico di know how, expertise, dati, mentorship e supporto nella ricerca di capitali, sia attraverso fondi di venture capital partner di Enel, sia tramite banche e finanziamenti pubblici.  

“La ricerca e l’innovazione sono al centro del nostro modello di sviluppo industriale basato sulla sostenibilità e rappresentano l’ingrediente fondamentale per rafforzare la nostra leadership a livello globale nel settore delle rinnovabili”, ha dichiarato Antonio Cammisecra, Amministratore Delegato di Enel Green Power (EGP), la Divisione Globale Energie Rinnovabili di Enel. “I laboratori di Catania saranno il punto di riferimento per la sperimentazione di soluzioni tecnologiche innovative che potranno poi essere esportate in tutto il mondo, contribuendo al contempo alla formazione, all’occupazione e all’economia del territorio”.

“La contaminazione con l’ecosistema esterno e la ricerca continua di nuovi stimoli e competenze ci arricchisce e rappresenta un sostegno prezioso per far crescere la filiera industriale del settore”, ha commentato Ernesto Ciorra, direttore Innovability di Enel. “Siamo orgogliosi di aver creato un centro di eccellenza in Italia, e in special modo qui al Sud, per startup, piccole medie imprese e ricercatori provenienti da tutto il mondo per innovare con noi e tra di loro e rendere meno costosa e più sostenibile l'energia, per noi ed i nostri figli”.

“L'iniziativa dell'Enel di realizzare un polo strategico nella zona industriale conferma la vocazione produttiva del territorio di Catania indirizzata all'innovazione. Il tessuto produttivo siciliano necessità di sostegno organizzativo anzitutto e per questo crediamo che vada ripresa la logica dei distretti delle aziende piccole e medie, puntando sulle eccellenze del nostro territorio, accogliendo anzitutto le imprese delle innovazioni tecnologiche e delle start up. Catania ha tutte le condizioni per fermare la fuga dei cervelli e chi vuole aprire un'azienda deve trovare nella pubblica amministrazione un alleato. Per questo pensiamo di allargare le potenzialità delle sportello unico per le attività produttive così da semplificare al massimo la nascita di nuove imprese.” Questo quanto dichiarato dal Sindaco di Catania, Salvo Pogliese.

Il prof. Antonio Terrasi, associato di Fisica sperimentale dell’Università di Catania, intervenendo anche a nome del magnifico rettore dell’Università di Catania Francesco Basile, ha sottolineato che: “l’Ateneo intende essere sempre più aperto al territorio e alle imprese, e che l’Innovation Hub&Lab rappresenta una grande opportunità per gli studenti, i giovani laureati e i docenti. Il recente accordo quadro siglato tra l’Università di Catania ed Enel, rafforzato dal finanziamento di alcune borse di dottorato di ricerca da parte di quest’ultima, è un chiaro esempio di sinergia tra formazione, ricerca e mondo produttivo”.