Crediti universitari agli studenti/atleti che hanno partecipato ai Campionati nazionali universitari

Il Cda ha approvato la richiesta dei rappresentanti degli studenti Damiano Cerami e Carlo Cristoforo: sarà assegnato un credito per ogni giornata effettiva di partecipazione alle competizioni fino ad un massimo di 6 Cfu

28 Giugno 2017

Gli studenti/atleti dell'Università di Catania che hanno preso parte ai campionati nazionali universitari, promossi dal Cus Catania e che si sono svolti nella città etnea dal 9 al 18 giugno scorso, avranno riconosciuti un numero di Cfu da destinare, nei piani di studio, alle ulteriori attività formativa o ai tirocini.

Lo ha deciso il Cda dell'Ateneo nel corso dell'ultima seduta sulla base delle diverse proposte perorate a riguardo in passato dallo stesso Cus Catania e della richiesta dei rappresentanti degli studenti in Senato accademico e in Consiglio di Amministrazione Damiano Cerami e Carlo Cristoforo.

La proposta, è stata ratificata anche dal Senato, che nella seduta dello scorso 26 giungo ha stabilito i criteri per quantificare il numero di crediti attribuibili e le relative modalità d’assegnazione mediante una procedura ad hoc. Attualmente, infatti, in ossequio alla normativa vigente viene attribuito 1 credito ogni 25 ore di attività formative. Tale criterio però non può essere adoperato in relazione ai predetti campionati, laddove la partecipazione degli atleti va misurata in relazione alle giornate di gare e non alle singole ore. Pertanto, in definitiva, verrà attribuito un credito per ogni giornata effettiva di partecipazione alle competizioni (incluse le ore dedicate alla preparazione) fino ad un massimo di 6 Cfu. Tale delibera pone l’Ateneo catanese all’avanguardia in ambito nazionale nel riconoscere agli studenti/atleti un riscontro per l’attività svolta all’interno del piano di studi.